GIOSI FERRANDINO AUGURA BUON LAVORO ALLA MELONI

Molta demagogia, poca concretezza, promesse al momento irrealizzabili, il solito, incomprensibile endorsement per #Orban. Un unico merito, il bel passaggio sulle #donne. La #Meloni incasserà la fiducia, ma qui in #Transatlantico restano le remore per un governo che nasce problematico, messo nel mezzo dai capricci di #Berlusconi e dalle invasioni di campo di #Salvini. Insomma, sarà dura tenere la barra diritta in quello che la Meloni ha definito mare in tempesta ma, in ogni caso, auguri di buon lavoro al nuovo governo

Governo, Conte “Faremo un’opposizione solida e intransigente”


“Annuncio il voto contrario del Movimento 5 Stelle alla fiducia al Governo”. Lo ha detto il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, intervenendo in Aula alla Camera nel corso delle dichiarazioni di voto per la fiducia.
“La nostra sarà opposizione solida e puntuale, ma implacabile e intransigente”, ha sottolineato. “Siamo pronti a denunciare le vostre incongruenze e inadeguatezze: la nostra opposizione non raggiungerà mai i livelli di compostezza raggiunti da lei durante la pandemia, quando disseminava scogli per farci cadere in fallo”, ha ricordato rivolgendosi alla presidente del Consiglio.

Il nucleare tornerà in Italia? Cosa ha detto il neoministro Pichetto

Uno dei ministri di Meloni già al suo esordio europeo. Si tratta del neonominato ministro dell’Ambiente e Sicurezza – che non si chiama più Transizione energetica – Gilberto Pichetto Fratin, che è intervenuto a Lussemburgo al Consiglio sull’Energia.

L’energia è senza dubbio uno dei dossier più caldi per il nuovo Esecutivo. Non è un caso che Meloni abbia accettato la “condizione” del suo predecessore Draghi di farsi affiancare in questo arduo compito dall’ex ministro Roberto Cingolani.

L’obiettivo, ha spiega Pichetto, è arrivare ad avere un benchmark alternativo al Ttf, Title Transfer Facility, il riferimento per il prezzo del gas in Europa, e definire un “corridoio” di oscillazione per il prezzo del gas metano. Ma non è detto che arrivino decisioni oggi (mercoledì 25, ndr): “Valutiamo”, dice.

quel che si semina si raccoglie

di GEPPINO CUOMO

Spesso, spessissimo mi rifaccio ai detti antichi per capire e spiegarmi tante cose della vita. I detti antichi sono frutto delle esperienza di vita della gente negli anni, nelle epoche passate. Ebbene, questi risultati elettorali si spiegano proprio con un detto antico: "quel che si semina si raccoglie". A leggere i risultati, la prima cosa che salta all'occhio è che il partito che ha fatto più proseliti è quello degli astensionisti. Un partito che si schiera sul 36% ed è laprima volta nella storia della Repubblica. Quante cose sono successe per la prima volta. Il trionfo del centro-destra. Il trionfo della Meloni, da molti definita dispregiativamente " la carciofara" con chiaro riferimento alla sua dialettica romanesca ed al suo accento capitolino. Ma salta all'occhio anche la sconfitta del PD che comunque altro non poteva raccogliere. " chi semina vento raccoglie temepsta". Letta ha svolto una campagna elettorale all'impronta dell'offesa all'avversario e l'elettorato non lo ha sostenuto in questo. E' chairo che nel PD molte cose cambieranno. Come nella vittoria c'è sconfitta persoanle per Salvini che rispetto al passato cala moltissimo ma si consola rimanendo in maggioranza, così nella sconfitta del M%S c'è la vittoria di Conte che col suo nome ha tenuto a galla un movimento destinato a scomparire ma che si aggrappa ad un buon 15%. A dominare la scena, oltre i sondaggi, è Giorgia Meloni. La sopporti o no, ti è simpatica o no, ha dimostrato coerenza quando la coerenza non la riconosceva più nessuno. Ha seminato bene ed ha raccolto ancora meglio. Ha parlato la Meloni, volto serenoe soddisfatto ma molto tranquilla. "E' tempo di responsabilità-ha detto- il nostro non è un punto di arrivo ma di partenza. Vogliamo che gli italiani siano fieri di essere tali. " Nessun trionfalismo, cosa che gli sconfitti si aspettavano. Intanto è probabile che Mattarella le dia l'incarico di governo e questo è altro record nell'ambito della repubblica Italiana. Per la prima volta l'Italia sarà guidata politicamente da una donna. C'è curiosità, ma a parte la nota mondana, c'è curiosità a vedere se la determinazione che la Meloni ha sempre dimostrato in politica possa portare più benefici di quanto invece ci aspettavamo da tanti uomini che in fondo hanno fallito.

come cambia il modo di farsi rappresentare dei partiti

Un segno eclatante ma silenzioso é che non ho visto rappresentanti di lista nei seggi. Qui ad Ischia i partiti sono assenti. Il Pd non ha una sezione (che adesso si chiamano "circoli" il cui nome scolorisce ancora di più i partiti) e non ha nemmeno nominato i rappresentanti di lista. Prima eravamo tutti caporali di giornata con il simbolo del nostro partito sulla giacca. Restavano a presiedere il seggio. Catturare i voti degli indecisi. Testimoniare la nostra militanza e trasmettere sicurezza organizzativa e presenza sul territorio. Mai la politica è stata così lontano dal popolo. G. M.

DAVIDE CONTE:"la conferma viene dalle urne"

"Domani per noi non sarà un punto d'arrivo, ma di partenza."
(Giorgia Meloni prossimo Presidente del Consiglio dei Ministri e prima Premier donna nella storia repubblicana d'Italia).
Passo e chiudo!

NICOLA TRANI" AVREMO UN GOVERNO VOTATO DAL POPOLO"

La cosa buona di questa tornata elettorale è che stavolta dopo tanto, avremmo un governo votato dal popolo poi per il resto, malissimo. Astensionismo significa consegnarsi al vincitore che sia di destra,sinistra o centro. Il voto è il primo simbolo di democrazia e libertà.

22. Nov, 2021